Toscanissima.com
DA VEDERE

Le guide rapide

DOVE MANGIARE

Ristoranti

Pizzerie

MONTE SAN SAVINO


Monte San Savino Monte San Savino
Monte San Savino sorge su un versante della Val di Chiana davanti a Cortona. Sede di insediamenti etruschi e romani, nel XII secolo fu possedimento degli Ubertini, famiglia ghibellina di Arezzo. Nel 1306 passò sotto la guelfa Firenze fino al 1325, quando Guido Tarlati, vescovo di Arezzo distrusse le mura del borgo. Passato definitivamente sotto Firenze nel 1384, Monte San Savino venne infeudato diverse volte ai Ciocchi-Di Monte, agli Orsini, a Mattias De' Medici, fratello del granduca Ferdinando II. Il borgo fu diretto dominio granducale dal 1748
Il borgo conserva parte della sua struttura murata, con Porta Fiorentina, Porta Romana, Porta San Giovanni e il Porticciolo Guglielmi o Porta Senese. Il cassero poi, probabilmente costruito dai senesi nel XIV secolo, è a tre piani con quattro torrette e un mastio. Oggi vi è allestito un museo della ceramica popolare.
Il palazzo pretorio, o palazzo Di Monte, del XIV secolo, presenta una bella facciata con gli stemmi di podestà, vicari e luogotenenti. La torre del palazzo di 40 metri è visitabile.
Affacciate su piazza Di Monte si trovano la chiesa di San Giovanni Battista e la chiesa di Sant'Agostino, del XIV secolo, in stile gotico-umbro, con la bella vetrata istoriata da G. de Marcillat sul rosone. Nel fossato del cassero venne costruita invece la chiesa di Santa Chiara, del XVII secolo, che conserva un'opera del Sansovino, nato qui, invetriata dal Della Robbia.
Nei dintorni di trovano la chiesa della pieve, dedicata ai Santi Egidio e Savino, in stile romanico dell'XI secolo, con all'interno il sarcofago di Fabiano Ciocchi di Monte, padre del cardinale Antonio; il castello di Gargonza, con il borgo, la torre, e le mura ben intatte; il santuario di Santa Maria delle Vertighe, con una bella tavola del XIII secolo raffigurante "Maria col Bambino in trono e quattro storie" di Maria di Margaritone e di Ristoro d'Arezzo.




Dove mangiare e dove dormire a Monte San Savino



Torna indietro