Toscanissima.com
DA VEDERE

Le guide rapide

DOVE MANGIARE

Ristoranti

Pizzerie

IL DUOMO DI CARRARA
Il duomo di Carrara Il duomo di Carrara
Il primo documento riguardante la pieve di Sant’Andrea è del 1035. L'edificio fu terminato così come lo vediamo oggi nel 1395, con l’aggiunta della facciata bicroma in marmo e del campanile. La struttura è a tre navate, con quella centrale con soffitto a capriate e quelle laterali con volte a crociera.
Il duomo fu eretto in diverse epoche, come ci ricorda la sua architettura. Dell’originale pieve dell’ XI secolo, rimangono oggi solamente alcuni elementi di decoro della facciata. Una seconda fase, della metà del XII secolo, è indicata dal colonnato, dalle sculture, dalle foglie e dai tipici animali del bestiario medievale. La terza ed ultima fase riguarda la costruzione del rosone centrale e del loggiato.
Il portale della facciata è caratterizzato da decorazioni scultoree mentre quello laterale o di San Giovanni, coevo al precedente, è un pregevole esempio di arte romanico lombarda del XII secolo. Il campanile è composto da cinque piani distinti con finestre ogivate, alternate da colonnine marmoree.
All’interno, si conservano pregevoli opere d’arte come i sei altari minori, tra cui quello rinascimentale e barocco dedicato a a San Ceccardo, patrono di Carrara, il gruppo dell'altare maggiore dello scultore fiorentino Andrea De Guardi, del XV secolo, il pulpito in marmi policromi del Cinquecento e le due statue del XIV secolo raffiguranti l'Annunciazione, chiamate "le Cassanelle" e attribuite a Giovanni Pisano.

Fotografia: © APT Massa Carrara



Torna indietro