'.$titulo.''; else echo 'Toscanissima, la tua guida turistica alla Toscana'; ?>
Toscanissima.com
DA VEDERE

Le guide rapide

DOVE MANGIARE

Ristoranti

Pizzerie

PALAIA
Palaia sorge su uno dei crinali che dividono la valle dell'Arno dalla Valdera. Viene menzionata per la prima volta nel 980. Contesa da Lucca e Pisa, gli imperatori germanici Enrico VI, Ottone IV e Carlo IV diedero in epoche successive dal XII al XIV secolo ai vescovi di Lucca la metà del castello e corte di Palaia e ai Pisani la giurisdizione politica e civile. Nel 1406 passò come gli altri borghi sotto l'influenza pisana a Firenze.
Nel borgo si conserva la porta d'accesso medievale, decorata da un campanile cuspidato e da una torre poligonale. La chiesa parrocchiale di Santa Maria è del XIII secolo e la Torre Civica del XVI. Il monumento più importante è però la pieve di San Martino, fuori dell'abitato. In stile romanico-gotico, risale al XIII secolo. Venne costruita in cotto con decorazione esterna ad archetti e facciata a tre portali che rispecchiano la struttura interna a tre navate. I pilastri di diversa grandezza sono sormontati da bei capitelli.




Torna indietro