Toscanissima.com
DA VEDERE

Le guide rapide

DOVE MANGIARE

Ristoranti

Pizzerie

Toscana > Le spiagge della Toscana > Comune di Piombino


Le spiagge di Piombino
Il Golfo di Baratti Il Golfo di Baratti
Le spiagge di Piombino si estendono lungo 32 Km di coste sabbiose e rocciose, che dal confine con San Vincenzo e il parco di Rimigliano, seguono il promontorio del paese fino a Follonica. Il litorale piombinese comincia nel golfo di Baratti, dove, dopo alcune spiaggette sassose e nascoste si apre il vasto golfo con spiagge sabbiose, nel luogo di importanti ritrovamenti archeologici etruschi e romani.
La prima spiaggia che incontriamo è la spiaggia del Pozzino, raggiungibile a piedi sulla destra del ristorante La Perla, percorrendo un sentiero segnalato di circa 15 minuti. La spiaggia e il fondale sono di sassi, mischiati a sabbia grezza. Proseguendo, si trova la spiaggia di Baratti, lunga e sabbiosa, con pini secolari alle spalle, che si va restringendo da nord a sud, verso il porticciolo. La spiaggia è quasi completamente libera. Il litorale prosegue impervio e vergine fino alla Buca delle Fate, posta tra il promontorio di Populonia e quello di Piombino, spiaggia di ciottoli e scogli, raggiungibile da un lungo sentiero dalla strada che porta a Populonia. Da qui, la seguente spiaggia raggiungibile è quella di Fosso alle Canne, piccola cala di ghiaia e scogli, avvolta dalla macchia mediterranea, raggiungibile lungo sentieri che partono dalla vicina Calamoresca. Lo stesso per la spiaggia Lunga, litorale stretto frastagliato di sassi e ciottoli chiari, raggiungibile in mezzora da Cala Moresca. La spiaggia di Cala Moresca, spiaggia mista di sabbia grossolana e ghiaia, è la spiaggia più frequentata della città, posta prima del piccolo promontorio di Salivoli, facilmente raggiungibile e attrezzata di un piccolo stabilimento balneare con bar e ristorante.
Oltre il porto turístico di Marina di Salivoli, sul lungomare Guglielmo Marconi, troviamo la spiaggia di Salivoli, tra le poche spiagge sabbiose di Piombino, e la spiaggia libera del Canaletto, di ghiaia grossolana, accanto a un piccolo stabilimento balneare con bar,nei pressi dell'hotel Esperia. L'ultima spiaggia della costa ovest è la spiaggia dei Frati, caratterizzata da scogli e ciottoli, raggiungibile a piedi da via Amendola o dal Museo archeologico del Territorio di Populonia.
Giunti al porto di Piombino, le spiagge proseguono lungo la costa est, più facilmente raggiungibili rispetto alle precedenti e quasi completamente sabbiose. La prima che si incontra è la spiaggia del Quagliodromo, alla foce del fiume Cornia, divisa tra spiaggia libera e il bagno Pontedoro. Lasciata alle spalle la zona industriale si arriva nei pressi del Parco della Sterpaia, preceduto dalla spiaggia Perelli 1 e spiaggia Perelli 2, spiagge libere lunghe e sabbiose. Già all'interno del parco, proseguimento della spiaggia Perelli è la spiaggia Carlappiano, già quasi a Riotorto, frazione di Piombino, anch'essa sabbiosa e con stabilimenti balneari. Seguono con le stesse carattreristiche la spiaggia della Sterpaia, la spiaggia di Mortelliccio, con un abbondante tratto di spiaggia libera, spiaggia Il Pino, spiaggia Carbonifera, dal nome dalla torre ottocentesca che la domina, antico scalo commerciale e punto terminale della ferrovia, spiaggia di Torre Mozza, con la caratteristica torre del XVi secolo, sia spiaggia libera che con stabilimenti balneari.




Torna indietro